fbpx

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Non è un pomodoro e non è una zucca...

Quindi che cos'è?

E' la melanzana rossa di Rotonda! 

E' una melanzana molto particolare non solo per il colore e la forma, ma anche perché presenta delle caratteristiche un po’ diverse dalle altre melanzane. Il suo nome scientifico è solanum aethiopicum. Arrivò in Italia alla fine dell’800 dall’Africa centro-occidentale e attualmente è coltivata in particolare in Basilicata, in alcuni comuni della valle del Mercure (tra cui, appunto, Rotonda).

Questa pianta predilige il clima molto caldo e asciutto e la coltivazione è simile a quella delle altre solanacee.

E’ caratterizzata da frutti che, per forma e colore, ricordano i succosi pomodori e sono più piccoli delle altre melanzane.
A differenza di queste ultime, che vanno raccolte quando non sono ancora mature, si possono raccogliere solo quando sono rosse.

La colorazione rossa di queste melanzane è data dall’aumento di carotene in seguito alla maturazione della bacca.

Della melanzana rossa non si consumano solo i frutti (conservati tradizionalmente sott’olio o sott’aceto) ma anche le foglie, molto più tenere di quelle della melanzana viola.