fbpx

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Vino Bardolino: curiosità e storia

Il 3 ottobre inizia la festa dell'uva e del vino Bardolino, ma sapete come è nato questo vino?

Il vino Bardolino non è nato per caso
Le terre che gli danno i natali hanno alle spalle una lunga storia di coltivazione della vite e di produzione di vino. Sebbene le prime fonti scritte e le prime raffigurazioni che rimandano alla coltivazione dell’uva in queste zone risalgono al periodo altomedievale, reperti storici dicono che già dall’epoca romana e, ancora prima, nell’età del bronzo qui si produceva vino.

Una lunga storia, dunque, che ci porta al XIX secolo quando la produzione vinicola della zona inizia ad essere contraddistinta dal nome Bardolino.

Da allora, la notorietà del vino ha continuato a crescere fino a quando, nel 1937, venne creato il primo Consorzio di difesa per la tutela dei vini pregiati veronesi.

Dal 1968 inizia la storia del DOC; una storia che vede il Bardolino esportato in tutto il mondo e che ancora non è finita.
Il Bardolino DOC è un vino rosso, di colore acceso, rubino e un gusto asciutto e morbido.
Si ottiene dalle uve di corvina veronese a cui vengono aggiunte uve rondinella e altri vitigni minori per un massimo del 20% del totale e del 10% per ogni vitigno. È poi permesso l’uso del 20% di varietà Corvinone, in sostituzione della stessa percentuale di uva Corvina veronese.