fbpx

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Benvenuto aprile!

Aprile, nell'antico calendario romano (prima della riforma di Numa Pompilio), era il secondo di dieci mesi e raccoglieva tre importanti festività:

  • i VENERALIA, legati al culto della dea dell'amore e della fertilità femminile;
  • i CERALIA, in onore di Cerere, dea della fertilità della terra e della coltivazione dei campi;
  • i FLORALIA, deticati a Flora, divinità italica delle piante utili all'alimentazione, identificata in seguito come "dea della primavera".

Fin dall'antichità, aprile era quindi visto come il mese della rinascita della natura, dopo il lungo letargo invernale, durante il quale la terra presenta le prime fioriture.

Non a caso, in questo periodo, leggenda vuole che Romolo tracciasse con l'aratro i confini della "città eterna" che prenderà da lui il nome.

Rispetto a marzo, il clima si presenta tradizionalmente più mite, con giornate più lunghe ed esposte alla luce, ma con un'elevata piovosità.

La volta celeste, invece, vive il passaggio della distesa delle stelle luminose invernali ad un panorama stellato meno luminoso e privo della scia della Via Lattea.