fbpx

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Quando è nata la vendemmia

Rubrica del giovedì: CURIOSITA’ E STRAVAGANZE

QUANDO E' NATA LA VENDEMMIA
Settembre è, per antonomasia, il mese della vendemmia.
La vendemmia è stata per secoli una cerimonia sociale di primaria importanza, vissuta come occasione di aggregazione e di festa.
Le prime testimonianze della vendemmia risalgono addirittura al 10.000 a.C. nelle zone della Mezzaluna Fertile. Qui la raccolta dell’uva si inseriva in una vera e propria cerimonia religiosa di ringraziamento agli dei per i frutti riservati dalla terra all’uomo.
Nell’Antica Roma, il 19 agosto si celebrava la cosiddetta “Vinalia Rustica”: una festa in onore di Giove che dava ritualmente inizio alla vendemmia. L’uva era raccolta a mano con strumenti simili a coltelli, depositata in piccoli recipienti e poi riversata nelle “lacus vinaria”, delle vere e proprie vasche, dove veniva pigiata. Interessante il fatto che nei giorni della vendemmia tutte le altre attività erano sospese: l’intera famiglia o cerchia famigliare si riuniva per dedicarsi unicamente al lavoro nei campi. Da qui il carattere sociale e conviviale di questa attività, pensata anche per unire, per festeggiare e per trascorrere del tempo insieme.
Il momento della vendemmia conservò queste caratteristiche almeno fino alla metà del secolo scorso: sacralità dell’evento, spesso associato a Santi come ringraziamento per l’uva prodotta e festività dell’evento, che diventava occasione di incontro, di lavoro e di festa appunto, tanto che tradizione voleva che, una volta terminata l’attività di raccolta, la famiglia si riunisse a cena per celebrare questa giornata.
Con l’introduzione di strumenti meccanici che agevolano e favoriscono la raccolta, il momento della vendemmia ha perduto parte del suo valore festivo e conviviale, anche se diverse aziende continuano a raccogliere uva nel solco di questa usanza, consapevoli dell’opportunità sociale che si nasconde dietro a questa attività.
 
Altro in questa categoria: « Il frutto dell'Annona Origine del sushi »