fbpx

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Quanto mistero per il tiramisù!

RUBRICA DEL GIOVEDÍ: Curiosità e stravaganze.

QUANTO MISTERO PER IL TIRAMISU'!

Ebbene si, uno dei dolci più acclamati e amati d’Italia e non solo, è avvolto da un aura di mistero sia per quanto riguarda il luogo di provenienza sia per l’origine del nome.

Si tratta di una delizia composta da savoiardi, inzuppati nel caffè ,disposti a strati con crema a base di mascarpone e cacao.

Una delle ipotesi sulle origini di questo dessert lo colloca geograficamente nella regione Toscana, più precisamente a Siena, dove in occasione di una visita del granduca Cosimo III de’ Medici, personaggio vanitoso e amante dello sfarzo, venne inventato un dolce denominato “zuppa del duca” con caratteristiche molto simili all’attuale tiramisù. 

Più precisamente in quel periodo, si credeva che il dolce avesse proprietà afrodisiache, era così abitudine diffusa gustarlo prima di avere un incontro amoroso.

Tuttavia vi sono alcune discordanze in questa leggenda poiché sia i savoiardi che il mascarpone erano poco usati nella pasticceria senese fra il XVII e il XVIII secolo, in più quest’ ultimo ingrediente difficilmente poteva essere conservato e trasportato in tempi brevi dalla Lombardia, sua regione di produzione, alla Toscana.

Altre teorie, sostengono che il famoso dessert abbia origini emiliane poiché lo scrittore, gastronomo e critico letterario forlivese Pellegrino Artusi, ne descrisse la ricetta nel suo libro “La Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” stampato nel lontano 1891. Anche in questo caso però vi sono alcune difformità, innanzitutto il dolce si chiamava Dolce Torino e poi al posto del mascarpone veniva usato il burro.

La supposizione più accreditata è che sia nato in Veneto (probabilmente nella provincia di Treviso).

Si pensa che il nome sia nato in una casa di appuntamenti di Treviso: la proprietaria del locale (la cosiddetta “maitresse”) era solita preparare il dolce e offrirlo ai clienti, dicendo loro in dialetto trevigiano “desso ve tiro su mi”. 

Da qui probabilmente il nome del dolce, italianizzato in “tiramisù”.