Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Le origini del Capodanno

Il Capodanno è una delle feste più amate: si tratta di un momento magico in cui si dice addio al vecchio anno per fare spazio a qualcosa di nuovo. 

Siete sicuri di sapere tutto su questa festività? 

Ecco qualche curiosità che forse non conoscete!

Secondo gli studiosi venne festeggiato per la prima volta nel 4000 a.C. Il Capodanno non è stato sempre celebrato la notte fra il 31 dicembre e il 1 gennaio. In passato i Celti lo festeggiavano alla fine di ottobre, facendolo coincidere con Halloween. I Bizantini invece consideravano l’inizio del nuovo anno il 1 settembre, mentre in Spagna, almeno fino al 1600, si celebrava il giorno di Natale.

Il Capodanno che conosciamo noi risale all’epoca di Cesare. Con l’introduzione del calendario solare infatti l’arrivo dell’anno nuovo venne fatto coincidere conla festa di Giano, dal cui nome deriva Gennaio.

In seguito, con l’arrivo del calendario gregoriano, Papa Innocenzo XII fissò il Capodanno il 1 gennaio.

Durante questa festività è usanza vestirsi di rosso e fare i botti. Questa tradizione aveva in passato lo scopo di allontanare il dio cinese Nìan, un mostro che mangiava gli uomini. Non solo: gli antichi romani consideravano il rosso un colore che portava fortuna, salute e felicità.